Chef Michele Berlendis guida la proposta culinaria del Riva Kitchen a Firenze


Il Riva Kitchen è la nuova offerta gastronomica del Riva Lofts, struttura ricettiva fiorentina, progettata e realizzata dal noto architetto Claudio Nardi. Situato sulla “Rive Gauche” dell’Arno, l’hotel ha sede in un ex opificio del 1880 riportato in vita dall’architetto toscano attraverso un’importante e lunga opera di ristrutturazione. Siamo in una zona di Firenze molto conosciuta e non lontano dal centro cittadino, ma la sensazione che si ha al Riva è quella di essere nella tranquillità e nel silenzio della bella campagna fiorentina.

Una camera

Al suo interno 11 lofts con ingresso indipendente ed un arredamento che mixa oggetti antichi a pezzi di moderno design. Il salone comune, con ampi soffitti, pareti in pietra e porte finestre che si aprono sull’ampio giardino e sulla piscina, è perfetto per momenti di relax o di lavoro. Proprio per la sua fusione tra stile metropolitano e domestico Riva Lofts Florence ha vinto numerosi premi, tra cui, nel 2008, il prestigioso “best hotel” del mensile britannico “Wallpaper”.

La sala

Il ristorante, un tempo nato per offrire servizio unicamente agli ospiti della struttura, da Luglio ha aperto le sue porte alla città ed ai clienti esterni. Le serate sono tre, Mercoledì, Giovedì, Venerdì e, con una formula menù fisso che verte su piatti più casalinghi, l’apertura straordinaria per il pranzo della Domenica. Il messaggio che il Riva vuol trasmettere è quello dell’accoglienza familiare in un ristorante fuori di casa conservando il feeling casalingo della tradizione domenicale.

E’ così quindi che il Riva Kitchen diventa ancor di più dimora per ospiti, luogo d’incontro sofisticato, rilassato, naturale ed intimo, tra i locals ed i viaggiatori che durante la bella stagione si possono accomodare fuori a bordo piscina, mentre in inverno si siedono dentro facendosi coccolare dal camino.

Il timone della cucina è nelle mani di Michele Berlendis, toscano, che di ritorno da Berlino alla guida del Bocca di Bacco (il ristorante italiano più famoso della città tedesca), accetta questa importante mansione e sfida. Oltre alle varie esperienze all’estero, Michele vanta esperienze in ristoranti stellati a fianco dello Chef Filippo Saporito a La Leggenda dei Frati, collaborazioni con Erez Ohayon ed ha impartito cooking classes alla MamaFlorence. L’amore per l’insegnamento lo Chef lo riporta al Riva Kitchen. Il Martedì ed il Sabato dalle 11:30 alle 14:30 impartisce lezioni di cucina che finiscono con con una degustazione conviviale di quanto cucinato tra tutti i partecipanti.

La cucina di Berlendis affonda le radici nella tradizione ma i piatti che presenta sono del tutto contemporanei.

Il menù offre la possibilità di scegliere tra classiche ricette della tradizione toscana e piatti della moderna cucina italiana. La proposta varia a seconda della stagione e disponibilità dei prodotti. Cura ed accurata selezione degli ingredienti provenienti da produttori locali per far vivere agli ospiti un viaggio all’insegna del gusto e della bontà della tavola. Ad accompagnare la proposta gastronomica troviamo un’interessante selezione di vini italiani e champagne.

Iniziamo la degustazione con un gradito amuse bouche. Caprino caramellato su carpaccio di bietola rossa e germogli di ravanello.

Pan rosmarino e paté di fegatini

Paté di fegatini con pan di ramerino, nocciole tostate ed aceto di mele 20 anni. Il pan ramerino è croccante e la rivisitazione in chiave contemporanea del patè di fegatini ci lascia stupiti per delicatezza e vellutata morbidezza.



Uovo a 62°, spuma di patate e guanciale croccante. Oramai un grande classico della cucina contemporanea. La temperatura di servizio è perfetta, la spuma di patate esalta il tuorlo dell’uovo, contrasta la sapidità del guanciale e mette in evidenza la croccantezza.

Tortelli di ricotta

Tortelli di ricotta ed erba cipollina, carpaccio di manzo marinato e grani di pepe di Kampot. La pasta fatta in casa è di ottima fattura, tanto per spessore quanto per porosità. Il tortello potrebbe vivere anche senza il carpaccio di manzo marinato che funge più da elemento decorativo-cromatico che di gusto.

Trota bio su letto di purea di ceci

Trota bio, purea di ceci e tzatziki all’aneto. Mi ha stupito la purea di ceci che, una volta assaggiata, mi ha emozionato facendomi fare un salto indietro nel tempo al mio ultimo viaggio in Israele, laddove ho assaggiato l’humus. Quindi bravissimo.

Rosticciana al forno e salsa al caffé

Rosticciana al forno, crema di cipolle grigliate e salsa al caffé. La cottura e la morbidezza delle puntine di maiale risulta perfetta, la salsa al caffè, buona e ben dosata, niente sottrae e niente aggiunge alla bontà del piatto.

Mousse al cioccolato, menta e cristalli di sale

Finiamo con il dessert, a gentile richiesta mi è stato portato un ottimo pecorino per poi proseguire con una delicatissima Mousse di cioccolato fondente con olio alla mente e cristalli di sale, che per l’abbinamento cioccolata e menta rievoca il britannico after eight.

Stefano Incerti in mezzo alle due ragazze che compongono il personale di sala del Riva Kitchen

La bella esperienza è completata da un servizio informale ma molto preciso ed attento in un ambiente bello con un’atmosfera così rilassante da non sembrare neanche di essere a pochi minuti dal centro città.

° Antipasti dai 13 ai 14 Euro
° Primi dai 17 ai 19 Euro
° Secondi dai 19 ai 21 Euro
° Dessert dai 8 ai 9 Euro

Riva Kitchen c/o Riva Lofts -Via Baccio Bandinelli 98 – 50142 Firenze
Tel: (+39) 055 7130272 Email: info@rivalofts.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...